Sabato, Novembre 18, 2017
   
Text Size
Sicurezza

Commenti alle polizze 2014

In merito alle coperture assicurative per il volo libero, alle nuove polizze proposte ed alle considerazioni che girano sul web, vorrei esprimere il mio parere che qualcuno ha privatamente richiesto.

Le polizze derivano tutte da quella capostipite predisposta da molti anni dalla FIVL e continuata con l’APiVL. Questa polizza è nata con la collaborazione dei validissimi consulenti ABEILLE, AXA e CATTOLICA che hanno sviscerato con noi gli aspetti delle normative e soprattutto fatto tesoro dell’esperienza ormai quarantennale nel settore.

Gli adattamenti che altri assicuratori hanno apportato, sono in massima parte accorgimenti tecnici per inserire la figura del BROKER che funziona da tramite tra la/le compagnie, le associazioni, i piloti.

Ricordo che le polizze assicurative sono CONTRATTI TRA PRIVATI, e quindi possono superare tutti i problemi di burocrazia, normativa, regolamentazione, tranne quelli  dovuti a dolo o infrazioni del codice penale.

Il BROKER è un consulente/commerciante. Tende quindi a mediare le situazioni cercando di trarre il massimo profitto per gli assicurati, per se stesso e per la compagnia. In molti casi non è esperto del settore volo, quindi si fida delle dichiarazioni di chi vuole stipulare la polizza e conta molto sul fatto di non essere legato a questa o quella compagnia: va con chi gli offre il prodotto migliore. Incassa i premi, li gira alla compagnia e non è normalmente coinvolto nella gestione dei sinistri. Negli anni siamo stati contattati da diversi Broker che molto correttamente, esaminati i dati reali, hanno rinunciato a proporre alternative valide e qualche volta ci hanno fatto i complimenti per la polizza in essere.

Quindi il funzionamento globale della polizza è tanto migliore quanto corretti e chiari sono i rapporti tra Contraente, Broker, Compagnia.  Chi dei tre tende a nascondere qualche elemento del rischio per contenere il proprio onere fa un cattivo servizio a tutti. Meglio ancora se gli attori sono due invece di tre.

Le polizze attualmente sul mercato sono tre, più qualche piccola realtà legata principalmente a contatti personali o prodotti offerti in concomitanza con altre polizze di diverso tipo e di oneri diversi e pesanti.

La polizza della FIVL stipulata con Benacquista è ormai sul mercato da anni. Conta sulla grande massa di adesioni che derivano dalla rappresentatività della Federazione di un tempo, ormai perduta per le vicissitudini note. Molti la stipulano per abitudine, al punto che da anni non ne vengono  pubblicate le condizioni, “tanto a nessuno importa”. Allo stesso modo non vi è riscontro dell’andamento sinistri. Inoltre ormai il Broker ha la gestione diretta di tutti i soci, quindi se come pare la FIVL scomparirà, avrà a disposizione tutto il database completo per contattare ogni singolo pilota.

La nuova polizza proposta a basso costo è sicuramente allettante. Rimane da considerare se sia adeguata, poiché è stata scritta prelevando da questo e quel contratto con errori ed evidenti contraddizioni. Rimane il sospetto che sia la riedizione di altri contratti stipulati anni fa, contratti misteriosamente scomparsi quando vicini alle scadenze. Non conosco il nuovo Broker e non posso sicuramente dubitare della sua correttezza, ma conosco i precedenti in materia e non mi piacciono. Essendo legata a doppio filo con chi lavora in AeCI è costretta a prevedere una assoluta fedeltà al Barone Verde ed ai suoi collaboratori. Chi vuole rischiare 1.600.000 Euro per 25 di differenza  faccia pure.
(Io sono allettato dalla copertura per il biposto. Ovviamente non farei solo quella ma la affiancherei ad un’altra per suddividere il rischio. Se non pagassero gli scatenerei contro l’altra assicurazione che mi tutela anche legalmente.)


 

 

La polizza che stipuliamo per conto dell’APiVL con la AXA ha, a mio modestissimo parere, i seguenti punti positivi:

E’ stipulata con uno dei colossi mondiali delle assicurazioni. Questo garantisce un supporto più che adeguato ed una garanzia di professionalità di tutti i suoi operatori. Una compagnia di questa importanza non si nasconde dietro a mezzucci ed è in grado di affrontare qualsiasi rimborso contando su un patrimonio immenso.

E’ la polizza ORIGINALE, quindi conta sull’esperienza di chi la segue da moltissimi anni. La storia dei sinistri è talmente dettagliata che si hanno tutti gli elementi per valutare i rischi e determinare dei costi (premi) onesti.

E’ testata negli anni. La Compagnia è intervenuta molte volte a pagare i sinistri. Consideriamo che dal 1978 quasi ininterrottamente, ha assicurato circa 200.000 piloti, con milioni di voli. In ogni situazione ha tenuto fede ai patti, ha anticipato quando necessario le provvisionali stabilite, ha dato consulenza per cercare di risolvere le situazioni più complesse, tutelando anche gli operatori del settore con polizze di tutela legale che hanno consentito di evitare alle associazioni, e quindi ai piloti, l’esborso di cifre notevoli per gli avvocati impegnati in loro difesa.

Contiene elementi in difesa dei piloti che nessun’altra ha, e che sarebbe bene mantenere ed incrementare vista la complessità della burocrazia italiana.

Può essere integrata con una adeguata copertura di tutela legale. Sei Euro per 20.000 mi paiono un ottimo investimento.

Infine a testimonianza della limpidezza e della buona fede, la polizza è DA SEMPRE INTEGRALMENTE pubblicata sul sito APiVL.

A questo punto penso si abbiano tutti gli elementi per valutare dove e perché assicurarsi al meglio.

 Consentitemi però di levarmi l’ennesimo sassolino dalla scarpa.
 Perché un presidente dimissionario, chiaramente responsabile dello sfacelo in cui si trova oggi la FIVL dopo gli anni della sua presidenza, dopo l’esperienza di altre lettere e proclami inutili se non dannosi, ancora scrive e pontifica su questi argomenti?
Perché ora individua nella polizza concorrente nel costo quegli elementi negativi che ha precedentemente esaltato nella elaborazione delle regole attuali (DPR 133) di cui è stato coautore?
Perché si accorge DOPO ANNI, che il contratto non è pubblicato e accampa le scuse più elementari?
 Non farebbe meglio a tacere ed affrettare quel cambiamento, che egli stesso auspica avendo dato le dimissioni, per vedere se qualcun altro è capace di raddrizzare una situazione disperata?

Misteri di questa Italia in cui tutto funziona alla rovescia, e quotidianamente ne paghiamo le conseguenze.

Buoni Voli

Italo

Move
-

Micronews

Top Headline
Nuovi costi assicurazione

    Nell'augurarvi un felice Anno Nuovo, comunichiamo che il costo dell'assicurazione RCT che la nostra associazione ha stipulato con AXA è scesa ad €40,00 Rimangono invariati i massimali ed il premio dell'Assicurazione legale, quella infortuni e...

Read More...

Si è svolta il 3 settembre 2016 l'assemblea ordinaria dei soci: in allegato è reperibile il verbale

Read More...

Anche per il 2016 il costo dell'iscrizione è di  10 euro. Invariati anche i costi assicurativi AXA Vuoi assicurarti con AXA? iscriviti. con noi. Clicca qui

Read More...

Iscrizioni 2016

 ISCRIZIONI 2017

Anche per il 2017 il costo dell'iscrizione è di soli
          10 euro mentre la RCT Monoposto
scende a soli 40 Euro!! 

Calendario eventi

November 2017
S M T W T F S
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Sezioni

Warning: Parameter 1 to modMainMenuHelper::buildXML() expected to be a reference, value given in /v1/libraries/joomla/cache/handler/callback.php on line 100
Click per aprire http://www.eumetsat.int
copyright 2017 EUMETSAT
 177 visitatori online